Blog
Coltivazione zucca

Coltivazione Zucca

Coltivazione zucca nell’orto di casa: come creare un impianto di irrigazione semplice ed economico (consigli sulla concimazione)

Oggi parliamo di un vegetale che non può mancare tra quelli che puoi piantare nel tuo prezioso orto di casa. Un ortaggio tra i più versatili in cucina, meno calorici e dalle ottime proprietà: la zucca!

Nel video che ho realizzato, puoi seguire passo passo la coltivazione zucca, da zero, con un metodo semplice ed economico.

Scoprirai anche come concimare il terreno per renderlo ancora più fertile e fecondo, grazie alle ottime sostanze organiche alternative al più impegnativo letame.

Infine, scopriremo insieme perché portare in tavola la zucca, le sue proprietà e come poterla sfruttare al meglio in cucina.

Coltivare la zucca, ecco come iniziare

Per iniziare, devi considerare alcuni elementi di base affinché la coltivazione della zucca riesca al meglio.

In realtà, piccola parentesi, non avrei mai creduto che in tanti volessero sapere come piantare questo ortaggio nel proprio orto. Me ne sono reso conto, con grande piacere, solo quando per curiosità ho cercato “coltivazione zucca” su Google, che mi ha restituito una pletora di pagine sull’argomento.

Torniamo alla nostra zucca…

Per coltivare la zucca non servono grandi manovre, infatti, questo vegetale ha necessità di pochi accorgimenti. Attenzione, pochi, ma davvero essenziali:

  • terreno ricco di sostanza organica;
  • abbondante acqua;
  • sufficiente spazio  (perché le zucche crescono in lunghezza e vanno ben distanziate l’una dall’altra, con un intervallo di 1.mt / 1.60).

Una volta chiarite queste nozioni basilari, entriamo nel vivo e andiamo ad allestire il nostro impianto di irrigazione.

Ecco cosa ti serve per installare l’impianto di irrigazione

Per installare un impianto di irrigazione abbiamo bisogno di alcuni accessori. Nulla di complicato. Sono accessori economici che puoi trovare nei negozi specializzati in giardinaggio e cura dell’orto:

  • Tubo con diametro 25 e spessore PN16 (quindi morbido e semplice da forare);
  • Rubinetti che applichiamo al tubo per aprire/chiudere il flusso di acqua;
  • Manichetta con grip.

Guarda il video dove ti mostro come fare tutti i passaggi per creare da zero l’impianto di irrigazione per coltivare la zucca.

Se segui ogni step, il tuo lavoro ti darà grandi soddisfazioni, oltre a farti risparmiare acqua ed evitare la crescita degli infestanti.

Coltivazione zucca: dove e quando piantarla?

È molto importante osservare una regoletta legata al clima – e quindi alla stagione ideale – per piantare la zucca.

Questo ortaggio, infatti, si pianta quando inizia a fare caldo, tra la metà di aprile e gli inizi di maggio, mentre si raccoglie tra i mesi di settembre e novembre.

La zucca può essere piantata sia in buchetta sia nel semenzaio. Essenziale – come premesso – è garantirle un terreno particolarmente ricco di sostanza organica.

La concimazione del terreno

Per preparare il terreno e renderlo davvero “accogliente” e fecondo, bisognerebbe concimarlo con circa 300-400 Kg. di letame oppure, come sto facendo io in questo caso, si può usare il vermicompost prodotto dai lombrichi (conosciuto anche come humus di lombrico) naturale ed ecosostenibile al 100%.

Già noto in tempi antichi, l’humus di lombrico veniva definito lievito di madre terra. I lombrichi mangiano il letame che, poi, arricchiscono di enzimi e di batteri, garantendo tutto ciò che serve alla pianta per crescere in modo sano.

Quindi, prima di inserire la pianta nei fori che abbiamo fatto nel terreno (guarda il video per seguire ogni fase della preparazione), creiamo la concimazione di fondo a base di vermicompost che serve per nutrire le radici al meglio.

Per portare a termine la mia coltivazione zucca a me servono circa 6 Kg. di vermicompost che, personalmente, preferisco ai 300-400 kg di letame maturo.

Anche perché lavorare con il letame sarebbe molto più complesso nel reperirlo, cospargerlo e farlo maturare. Con l’humus di lombrico, invece, vado più rapido, ne uso di meno per ottenere risultati molto più soddisfacenti.

Terminata la parte tecnica e operativa della coltivazione zucca, passiamo alle sue proprietà e agli usi in cucina.

Benefici Zucca

Le migliori proprietà della zucca e come usarla in cucina

Capita sovente di mangiare un alimento e non conoscerne assolutamente nulla.

Eppure medici nutrizionisti, esperti ospiti dei programmi tv, giornali online e riviste varie ci avvisano di mantenere alta la guardia… quando si parla di alimentazione.

Di frutta e verdura non ne mangiamo quanto dovremmo, su questo non c’è dubbio. Ma almeno quando ne mangiamo, che la nostra sia una scelta consapevole e ben riposta.

Ecco perché può tornarti utile conoscere le proprietà nutrienti della zucca.

La zucca contiene tanta vitamina A (betacarotene), Vitamine del gruppo B e Vitamina C.

Contiene poi fibre e grassi buoni (Omega-3), fitosteroli e minerali quali calcio, fosforo, magnesio e potassio.

Incredibile vero? Magari non l’hai mai guardata da questa prospettiva… e non è finita qui!

La zucca ha anche un forte potere diuretico, aiuta la digestione ed è un alimento con proprietà miorilassanti (cioè produce un effetto calmante).

Un accenno ai valori nutrizionali della zucca

La zucca contiene pochi carboidrati (7 gr. per 100 gr.), il 90% di acqua e pochissime calorie (25 kcal per 100 grammi di prodotto).

Se ti interessa, approfondisci qui 

come usare la Zucca in cucina

E in cucina, come usare la zucca?

Dopo aver parlato della coltivazione zucca e delle sue proprietà, non ci resta che scoprire come usarla in cucina. Molto versatile, la zucca è un ingrediente che si può usare sia cruda sia cotta.

Tanti metodi di cottura e modi di preparare la zucca

La puoi cucinare al vapore o al forno, lessarla o stufarla, per preparare antipasti, primi, secondi e contorni.

Sicuramente i più esperti sanno già con quali preparazioni ricavarne il meglio. Per i meno laboriosi ai fornelli, invece, ecco qualche piccolo consiglio:

prova la zucca nella sua veste cruda, tagliata a dadini e aggiunta all’insalata mista
crea un ripieno con la polpa della zucca con cui farcire ravioli o tortelli, o prepara il condimento per un meraviglioso risotto
prepara una saporita e delicata vellutata o crema di zucca per cena (la sera è ideale per mangiare più leggero)
bevi la zucca a colazione (puoi farne una gustosissima centrifuga rinfrescante e drenante)
se ami i dolci… con la zucca puoi davvero sbizzarrirti!

Ti lascio un link di approfondimento per vedere tutti i piatti più light che puoi preparare con la zucca.

Come scegliere la zucca e come conservarla?

Il topic centrale di questo post è la coltivazione zucca, ma se tu preferisci acquistarla, ho buoni consigli anche per te.

Fai attenzione quando scegli la zucca che metterai in busta, tastala per assicurarti che sia bella soda al tatto e che il picciolo aderisca bene all’ortaggio. Per mantenersi al meglio, la zucca deve stare in un luogo asciutto ma una volta aperta deve essere consumata entro 3-4 giorni.

In conclusione, la coltivazione zucca è un’esperienza che consiglio vivamente, se vuoi dedicarti al tuo orto in casa.

Questo vegetale, infatti – appartenente alla grande famiglia delle Cucurbitacee – non può mancare nel tuo orto.

Semplice da coltivare, come avrai potuto vedere, la zucca sa farsi apprezzare per tante ottime ragioni: per la sua versatilità in cucina e per le sue ottime proprietà nutrizionali.

Infine, come consiglio in genere, la coltivazione autogestita ti regala incredibili soddisfazioni: più gusto e sapore delle verdure, cibi a Km 0, un’agricoltura più sana ed ecosostenibile. Ma se tuttavia non puoi coltivarla puoi acquistarla sul nostro shop de L’ Orto di Casa

Lascia un commento